RUP Ravenna

Salta ai contenuti
RUP Ravenna
 
Sei in: Home » RUE » Osservazioni - Varianti RUE » VARIANTE DI ADEGUAMENTO 2019 AL RUE E CONSEGUENTI MODIFICHE AL PIANO DI ZONIZZAZIONE ACUSTICA E AL 2° POC

Piani e Regolamenti del RUE

Altri strumenti urbanistici

VARIANTE DI ADEGUAMENTO 2019 AL RUE E CONSEGUENTI MODIFICHE AL PIANO DI ZONIZZAZIONE ACUSTICA E AL 2° POC

VARIANTE-DI-ADEGUAMENTO-2019-AL-RUE-E-CONSEGUENTI-MODIFICHE-AL-PIANO-DI-ZONIZZAZIONE-ACUSTICA-E-AL-2-POC

Delibera di C.C. N. 155 del 01/10/2019 di adozione

Delibera di C.C. N. 26 del 12/05/2020 di approvazione

CRITERI PER L’ESAME DELLE OSSERVAZIONI ALLA

VARIANTE AL RUE 2019

e conseguenti modifiche al Piano di Zonizzazione Acustica

(approvati dalla CCAT nella seduta del 08/01/2020)

Criteri generali

I criteri generali si articolano in criteri di ammissibilità e criteri di accoglibilità.

Criteri generali di ammissibilità:

1. sono ammissibili le osservazioni che hanno per oggetto la normativa o la cartografia del RUE/POC per le parti modificate dalla variante adottata o ad esse attinenti/assimilabili;

2. sono ammissibili le osservazioni che hanno per oggetto la normativa o la cartografia del RUE qualora riconducibili alle finalità della variante stessa, nello specifico riconducibili a:

2.1 Semplificazione, flessibilità, coerenza, migliore e più facile attuazione del RUE

2.2 Adeguamenti stato di fatto/diritto, correzione errori, Errata Corrige

2.3 Adeguamento esigenze attività economiche insediate e/o piccole rettifiche del tessuto consolidato

2.4 Richieste rispondenti al bando esplorativo per il declassamento di aree edificabili;

3. sono ammissibili le osservazioni che hanno per oggetto la normativa o la cartografia del RUE qualora riconducibili al recepimento di normative e/o Piani sovraordinati;

4. sono ammissibili le osservazioni che hanno ad oggetto richieste di modifiche di rue con conseguenti modifiche ad aree di POC, esclusivamente overiconducibili alle finalità della variante, se marginali e modeste rispetto ai comparti e la cui modifica non richieda ripianificazione del POC stesso e modifiche delle schede prescrittive;

5. non sono ammissibili le osservazioni che hanno per oggetto la modifica delle norme, o di altri elaborati, del RUE, qualora non siano riconducibili alle finalità della Variante così come evidenziati al punti 2 e 3 precedenti;

6. non sono ammissibili le osservazioni riferite a norme ed elaborati di strumenti urbanistici diversi dal RUE, fatto salvo quanto previsto ai precedenti punti 1 e 4 e/o che siano in contrasto con previsioni di PSC o di altra pianificazione/normativa sovraordinata.

7. non sono ammissibili le osservazioni che comportino un incremento di consumo di suolo fatto salvo quanto previsto al precedente punto 2.3 e successivo punto 1.

 

Criteri generali di accoglibilità:

Le osservazioni ammissibili, purché in coerenza con i principi di equità, qualità e sostenibilità assunti dal PSC e dal RUE stesso, sono accoglibili qualora si configurino come:

  1. modifiche/integrazioni/precisazioni di modesta entità aventi i medesimi oggetti o le medesime finalità della variante, anche allo scopo di una maggior continuità e compattezza dei tessuti;
  2. modifiche/integrazioni/precisazioni, o mere traslazioni di parti, tese ad una miglior formulazione e/o comprensione del testo;
  3. rettifica di errori ed omissioni dei testi e/o della cartografia modificati rispetto quanto previsto dalla variante;
  4. adeguamenti e/o recepimento di norme sovraordinate.

Non sono accoglibili le osservazioni che hanno per oggetto proposte difformi o contrastanti da quanto previsto dai principi di semplificazione, razionalizzazione e flessibilità sui quali la variante si fonda o che pregiudicano il corretto disegno del RUE e/o dei PUA o che ledano i diritti di terzi.